VENGO DA LONTANO… SONO NATO QUI

I VINCITORI DEL CONCORSO 2019/2020

Dato il momento particolare dovuto all’epidemia del Coronavirus che ha visto – nonostante le difficoltà venutesi a creare in seguito al drammatico evento – una notevole partecipazione delle sedi associate ed un lodevole impegno da parte dei corsisti nell’esprimere le loro emozioni e sensazioni di fronte ad una situazione per loro indubbiamente destabilizzante se aggiunta ai disagi che già la loro condizione li pone, la Giuria ha ritenuto opportuno riconoscere la diligenza e la dedizione di tutti i partecipanti, ed ha deciso di assegnare, dopo un’attenta analisi dei testi pervenuti ed una accurata selezione fedele allo spirito e agli intendimenti del Concorso e delle sezioni individuate, un equanime riconoscimento.

Eccezionalmente, data la singolarità ed originalità delle opere, la Giuria ha altresì deciso di assegnare due riconoscimenti speciali indicati come “Gran Premio Speciale della Giuria”.

1° PREMIO

1 - POESIA – CORSO A, B e C PRIMO LIVELLO I PERIODO di FOLIGNO

Prendendo spunto dallo studio della poesia “A Zacinto” di Ugo Foscolo, i corsisti hanno dedicato i loro versi alla loro terra d’appartenenza. Un canto nostalgico e doloroso, un inno elegiaco e mesto evocativi del luogo d’origine, scaturiti dall’interazione poetica con la nostra letteratura, che abbraccia l’umanità tutta e parla la lingua dell’anima.

2 - LINGUA STRANIERA – CORSO A PRIMO LIVELLO II PERIODO DIDATTICO di CITTÀ DI CASTELLO

Pur esprimendo il loro pensiero in lingua inglese, il cui studio rivela impegno e attenzione, i corsisti hanno reso chiaramente i loro timori e le loro ansie, che ben sintetizzano nella rappresentazione iconografica, laddove tutto il mondo si trova ad affrontare il medesimo dramma, stretto in un affratellamento che dovrebbe prescindere dalla condivisione di una pandemia. 

3 - ARTE GRAFICA CORSO III D PRIMO LIVELLO I PERIODO di SPOLETO - Katia Leoni (codice 04)

Gea, in tutta la sua potenza primordiale, infrange e spacca il blocco che ha avviluppato il nostro pianeta. Così, con efficacia comunicativa, resa accattivante dal tratto di matita, la studentessa immagina la liberazione della Terra dal male che l’ha aggredita.

4 - ARTE GRAFICA CORSO III D PRIMO LIVELLO I PERIODO di SPOLETO - (codice 02 / 07)

I due corsisti hanno saputo sintetizzare l’inquietudine e la paura, quale cifra stilistica dell’aspetto umano e geo-astronomico dettati dall’evento. La solitudine dell’anziano in terapia intensiva costretto a morire in solitudine; il sole contaminato e privato del suo ruolo vitale che esprime tutta la sua rabbia, vengono espressi, seppur con tratto elementare, con l’efficacia che evidenzia la drammaticità del momento.

5 - LETTERE DAL CARCERE – CORSO I PRIMO LIVELLO I PERIODO di PONTE SAN GIOVANNI, F.C.

Un passato difficile, un’infanzia negata hanno segnato profondamente l’esistenza della corsista, che vuole riappropriarsi della sua identità e delle sue origini per iniziare un nuovo percorso che la porti a godere delle nuove opportunità che la vita le offre, così da poter ricominciare affermandosi e confermandosi in quanto Donna.

6 - DIARIO DAL COVID 19CORSO C PRIMO LIVELLO I PERIODO di PONTE SAN GIOVANNI, Irene Wandij

L’alunna coglie il momento con una narrazione che a tratti si fa riflessione poetica. Il contatto con un mondo che improvvisamente diviene distopico, si manifesta attraverso quella finestra che comunque le permette di godere di suoni e silenzi che, nel “mondo precedente” erano stati annullati; non rifugge tuttavia dalla voglia di fuga da questa indesiderata realtà.

7 – RIFLESSIONI - CORSO D PRIMO LIVELLO I PERIODO di PONTE SAN GIOVANNI, Z. J.G.

Il corsista, giocando sul termine “Corona” e virando sul suo significato, evidenzia con amara ironia, la situazione drammatica della sua condizione di recluso che lo vede ancor più “vittima” nel momento in cui a lui – come ad altri – viene negato il senso ed il sapore degli affetti più cari.

8 - ARTICOLO GIORNALE - CORSO E PRIMO LIVELLO II PERIODO di PONTE SAN GIOVANNI–Jean Jaures Alleme

In una intervista il giovane studente, fuggito dalla sua terra d’origine verso un paese che sognava, si ritrova a dover condividere un incubo che gli nega ogni libertà; ma è questa un’esperienza di cui, egli c’insegna, si debba far tesoro nella consapevolezza che la vita ci ponga sempre degli ostacoli che solo con la nostra forza ed impegno si possono superare.

9 - VIDEO - CORSI A B L PRIMO LIVELLO I PERIODO di PONTE SAN GIOVANNI  

(link del video https://www.youtube.com/watch?v=dJoTd84Xyto&t=72s)

“Devo sapere ciò che è importante ed eterno”. Così hanno sintetizzato il loro pensiero gli studenti nel breve filmato che in un montaggio alternato, rivelano i loro volti ed i loro pensieri, affacciandosi ad una finestra che sembra offrire una parvenza di normalità. Tutto contrappuntato da un tema musicale ripetitivo e quasi ossessivo. La mancanza della quotidianità fatta anche di cose banali, il desiderio di libertà e di compagnia, financo, con tono spiritoso, la voglia di liberarsi da una “prigionia” che potrebbe alterare il proprio stato fisico: sono questi gli elementi che emergono in maniera decisa dalle testimonianze le quali rendono comunque grazie alla scuola che consente loro di sentirsi ancora vivi.

GRAN PREMIO SPECIALE DELLA GIURIA

10 - ARTE GRAFICA - CORSO A PRIMO LIVELLO II PERIODO di CITTÀ DI CASTELLO

Fantasia, creatività e universalità sono alla base del progetto che ha portato alla realizzazione di una banconota CPIA, la quale racchiude in sé il senso profondo del percorso umano, socio- culturale dei corsisti e del principio che è alla base dell’Istituzione stessa.

11 - “DEMON” BRANO MUSICALE - CORSO E PRIMO LIVELLO II PERIODO di PONTE SAN GIOVANNI, A. G. T.

(link della canzone: ) https://youtu.be/u4gJIgyqsdw

L’alienazione, già dal titolo evocata come un demone, si materializza attraverso le sonorità della musica elettronica che avvolge l’ascoltatore calandolo in una spirale dove si rincorrono sensazioni di solitudine e inquietudine sintesi e immagine del vissuto adolescenziale travolto dal ‘crash pandemico’.

12 - ARTE GRAFICA - CORSO A PRIMO LIVELLO II PERIODO di TODI,   Silvana Maria Rosso

Il collage policromatico realizzato con estrema sinteticità come uno stiacciato donatelliano si articola partendo dall’icona del virus richiamandoci alla mente simboli bellici quali la mazza ferrata medievale e le mine navali, emblemi di violenza e sofferenza. L’intreccio cromatico si origina da una base in cui trovano spazio vocaboli rappresentativi che gravitano intorno alla parola CAOS.